Il Tino

Daniele Usai

Il Tino, un nuovo locale in riva al fiume in un cantiere nautico, uno chef che fin da piccolo viene affascinato dalla cucina così come dalle sue prime maestre, nonna e madre, entrambe cuoche eccelse. Una storia di dieci anni passati, in un piccolo locale sul litorale romano, a costruire e realizzare un progetto di competenza e serietà. Uno staff entusiasta.

La cucina di Daniele Usai si basa sulla qualità della materia prima accuratamente selezionata, sulla stagionalità dei prodotti e sulle abilità artigianali dello chef che crea il “fatto in casa”: 6 tipi di pane, la pasta, tutta la pasticceria, sono esempi di come il concetto di “homemade” sia molto presente all’interno di questo ristorante.

Con questi presupposti si crea il menù, che spesso viene cambiato, proponendo piatti di cucina contemporanea, esaltati da curate tecniche di esecuzione, pur mantenendo uno stile essenziale e di facile approccio. Si ha così modo di poter degustare piatti che spaziano da sapori tipici del territorio fino a connubi più particolari, con l’impiego di una più vasta gamma di materie prime provenienti da tutto il mondo.

L’esperienza gastronomica viene resa poi ancora più completa dalla possibilità di abbinare alle ricette presentate, vini selezionati dalla curata cantina che consta di circa 200 etichette, tutte proposte anche al bicchiere.

Per quanto riguarda l’aspetto enologico, selezioniamo quanto di meglio venga proposto nel panorama regionale, nazionale ed internazionale, oltre ad una selezione di tè pregiati che consente anche a chi non beve di vivere un’esperienza completa. Decisamente orientata verso piccole realtà, con produzioni spesso naturali, la nostra cantina permette di garantire un elevato rapporto qualità prezzo. Particolare attenzione ai vitigni autoctoni delle diverse regioni italiane, ai vini francesi ed a piccole realtà internazionali.

L’ambiente, al primo piano della nuova location in riva al fiume, è caldo ed accogliente, ben si presta per questa tipologia di ristorazione basata sulla qualità; una grande sala principale con vista alla quale si aggiunge la sala malva o della cantina, perfetta per cene riservate, fanno sentire i nostri ospiti a loro agio.

Presto sarà attivata, in un apposito edificio all’esterno, uno spazio che ci consentirà, di organizzare corsi di cucina e incontri sul vino che coinvolgeranno e completeranno ancora di più l’esperienza.

Oggi “Il Tino” è orgoglioso di poter vantare un ampio bacino di appassionati, che frequenta costantemente il ristorante e con i quali il confronto è sempre più importante. La voglia è quella di offrire un’esperienza ai nostri ospiti che sia mediata dall’amore, dall’entusiasmo e dall’impegno con cui viene curato ogni piccolo dettaglio.

La presenza sulle principali guide gastronomiche nazionali fin dall’apertura, l’assegnazione della prima stella dalla prestigiosa guida Michelin 2015 e la presenza dal 2010 nell’altrettanto nota Associazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, incentivano l’entusiasmo a fare sempre il meglio, facendo leva sul vero motore dell’attività: la passione.

Daniele Usai